Gita al Rifugio degli Asinelli (Sala Biellese – BI)

Per festeggiare il 25 Aprile quest’anno ho deciso di visitare il Rifugio degli Asinelli a Sala Biellese (BI). Appena arrivati, l’impressione è stupenda: a destra e a sinistra della strada, prati pieni di asinelli!
Asinelli al pascolo

Il rifugio ospita più di 150 animali tra cui, oltre agli asini, anche alcuni muli e un cavallo, salvati negli anni da diverse situazioni di maltrattamento e incuria. Questa, ad esempio, è la storia di Agostino: abbandonato in una fattoria dove altri animali sono morti a causa della fame, è stato salvato e portato al Rifugio. Agostino nei primi tempi era spaventato e aggressivo, ma nel tempo il suo carattere è migliorato (e infatti si è avvicinato alla staccionata per lasciarsi accarezzare).
AgostinoAsine gravideOgni asino ha un collarino con il proprio nome e spesso li si può vedere giocare a rincorrersi e afferrarsi per il collare.

Ci sono anche alcune asine che erano già gravide nel momento in cui sono state salvate e portate al rifugio, che vengono tenute separate dagli altri. Le asine che arrivano gravide vengono ovviamente lasciate partorire, ma i maschi vengono sterilizzati, sia perché altrimenti non potrebbero stare tutti insieme in gruppo, sia per evitare che ingravidino le femmine. Questo comunque non impedisce loro di provarci con le pur restìe asinelle!

Cucù!Sono stati inoltre recentemente salvati molti asini e alcuni muli da una situazione terribile (senza cibo e senza riparo, molti in forte stato di denutrizione) e sequestrati al proprietario, un commerciante di equini di Colleferro, Roma. Essendo attualmente sotto sequestro, non possono essere tenuti insieme agli altri asini, perciò i volontari del rifugio hanno approntato per loro uno spazio dedicato, fino a che la situazione non si sbloccherà.

TurboNel rifugio abitano anche due gatti. Ho avuto l’onore di conoscere Turbo, che si è avvicinato non appena ha capito che qualcuno stava per iniziare a mangiare. Purtroppo è rimasto a bocca asciutta, non avevo niente per lui! Si è comunque rifatto cacciando una lucertola, che ha prontamente abbandonato la propria coda, la quale ha continuato a dimenarsi autonomamente per 10 minuti buoni…

Non è possibile dare direttamente da mangiare agli asini, ma si possono portare finocchi, carote o mele da consegnare allo staff. Questo per evitare eventuali morsi alle persone e litigi tra gli asinelli. Inoltre, molti asini hanno una dieta strettamente contollata.

Consiglio la visita a tutti, grandi e piccini! Potete anche aiutare il rifugio devolvendo il 5 per mille oppure con una donazione o un’adozione a distanza.

Ecco qualche altra foto e un breve video (La qualità non è eccelsa, ho fatto tutto con un cellulare…)

Miso <3 Il cavallo Il divo Nerone 2

Annunci

5 pensieri su “Gita al Rifugio degli Asinelli (Sala Biellese – BI)

      1. rita

        Visto. 🙂
        Che belli!
        E sì, è davvero triste che questi splenditi, miti, teneri animali vengano usati per trasportare merci e persone. 😦

        Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...